Comunicazioni

LE NUOVE PRESTAZIONI OCCASIONALI CHE SOSTITUISCONO IL LAVORO ACCESSORIO - Link INPS

Del 13 Luglio 2017

La Legge n. 96/2017 ha introdotto una nuova tipologia contrattuale, le c.d. “prestazioni occasionali”, che rappresentano la fattispecie individuata per sostituire il lavoro accessorio. Le nuove prestazioni occasionali sono attive dal 10 luglio e pertanto consigliamo di collegarsi al seguente link dell’Istituto INPS nel caso sia di vostro interesse approfondire l’argomento.  

https://www.inps.it/nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=51100

LE “PRESTAZIONI OCCASIONALI” CHE SOSTITUISCONO IL LAVORO ACCESSORIO

Del 07 Luglio 2017

La Legge n. 96/2017 ha introdotto una nuova tipologia contrattuale, le c.d. “prestazioni occasionali”, che rappresentano la fattispecie individuata per sostituire il lavoro accessorioPossono far ricorso alle prestazioni occasionali:

      - le persone fisiche, non nell ’esercizio di attività professionale o d’impresa, per attività quali:

  • ­     piccoli lavori domestici, compresi lavori di giardinaggio, di pulizia o di manutenzione;
  • ­     assistenza domiciliare ai bambini e alle persone anziane, ammalate o con disabilità;
  • ­     insegnamento privato supplementare;

      -  gli utilizzatori che hanno alle proprie dipendenze fino a 5 lavoratori subordinati a tempo indeterminato, fatti salvi i settori esclusi (si veda in seguito);

      -  le imprese del settore agricolo, solo nel caso in cui i prestatori siano:

  • ­     pensionati titolari di pensione di vecchiaia o invalidità;
  • ­     giovani con meno di 25 anni di età, se regolarmente iscritti ad un ciclo di studi presso un Istituto scolastico superiore ovvero ad un ciclo di studi presso l’Università;
  • ­     persone disoccupate, così come definite dall’articolo 19 del D.Lgs n. 150/2015;
  • ­     percettori di prestazioni integrative del salario, di reddito di inclusione (REI) ovvero di altre prestazioni di sostegno al reddito;

     le amministrazioni pubbliche, fermo restando il rispetto dei vincoli in materia di contenimento della spesa pubblica ed esclusivamente per esigenze temporanee o eccezionali.

L’APPLICAZIONE DELLO SPLIT PAYMENT DAL 01.07.2017

Del 30 Giugno 2017

Come noto l’art. 1, DL n. 50/2017, c.d. “Manovra correttiva” ha modificato, a decorrere dall’1.7.2017, l’ambito applicativo dello split payment disciplinato dall’art. 17-ter, DPR n. 633/72 e dal DM 23.1.2015. In particolare il Legislatore ha:

esteso il meccanismo in esame ai lavoratori autonomi;

ampliato i soggetti destinatari dello stesso.

 

Recentemente il MEF con il Decreto 27.6.2017 ha emanato le specifiche disposizioni attuative modificando il citato Decreto 23.1.2015. Merita evidenziare che le nuove disposizioni sono applicabili “alle operazioni per le quali è emessa fattura a partire dal 1° luglio 2017”.

LE NUOVE PRESTAZIONI OCCASIONALI

Del 30 Giugno 2017

La Legge 21 giugno 2017, n. 96 di conversione, con modificazioni, del Decreto Legge n. 50/2017, introduce all’articolo 54-bis una nuova tipologia contrattuale, le c.d. “prestazioni occasionali”: di fatto, le prestazioni occasionali rappresentano la fattispecie individuata per sostituire il lavoro accessorio e tornare a fornire uno strumento disciplinato per tutte quelle prestazioni lavorative difficilmente inquadrabili con un’altra tipologia contrattuale. Seppur in vigore dal 23 giugno 2017 (data di pubblicazione in Gazzetta Ufficiale della Legge n. 96/2017), le nuove prestazioni occasionali non sono ancora operative, dovendosi necessariamente attendere l’implementazione della procedura informatica, da parte dell’INPS, che ne consentirà l’utilizzo da parte degli interessati.