Comunicazioni

DEFINITIVA LA PROROGA DEI VERSAMENTI AL 30.09.2019

Del 02 Luglio 2019

Con la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale della legge di conversione del c.d. “Decreto Crescita”, è definitiva la proroga dei versamenti al 30.9.2019 a favore dei soggetti esercenti attività per le quali sono stati approvati i nuovi ISA.

Per poter beneficiare della proroga, come confermato anche dall’Agenzia delle Entrate, non assume rilevanza il fatto che il contribuente applichi il proprio Indice di riferimento.

Di conseguenza, la stessa può essere usufruita anche dai contribuenti che:

         - dichiarano cause di esclusione dagli ISA;

         - adottano il regime forfetario / dei minimi;

         - determinano il reddito con altre tipologie di criteri forfetari.

EMISSIONE - REGISTRAZIONE FATTURA ELETTRONICA: I CHIARIMENTI DELL'AGENZIA DELLE ENTRATE

Del 21 Giugno 2019

Con la recente Circolare 17.6.2019, n. 14/E, dedicata all’obbligo di fatturazione elettronica decorrente dall’1.1.2019, l’Agenzia delle Entrate ha:

· “raccolto” i chiarimenti forniti nel corso del tempo tramite FAQ e altri documenti di prassi (Risposte a interpello / Risoluzioni);

· fornito gli attesi chiarimenti, necessari per applicare l’art. 11, DL n. 119/2018, ai sensi del quale, a decorrere dall’1.7.2019, la fattura deve riportare anche la data di effettuazione dell’operazione se diversa dalla data di emissione della stessa.

PROROGA IN ARRIVO PER I VERSAMENTI DI LUGLIO

Del 07 Giugno 2019

Come si apprende dalla stampa specializzata, è stato firmato dal Ministro Tria il D.P.C.M. con cui è disposto il differimento del termine dei versamenti delle imposte derivanti dal Mod. REDDITI 2019 dal 1° luglio al 22 luglio (il 20 luglio cade di sabato).
Tale slittamento è dovuto al ritardo del rilascio del software ufficiale per la compilazione degli ISA (i nuovi indicatori sintetici di affidabilità fiscale che sostituiscono gli studi di settore).
Sarà quindi possibile effettuare i versamenti delle imposte con maggiorazione dello 0,40% entro il 21 agosto 2019.
Si attendono ora la firma del Presidente del Consiglio dei Ministri, la registrazione presso la Corte dei Conti ed infine la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale.

OBBLIGO INVIO TELEMATICO CORRISPETTIVI

Del 10 Maggio 2019

Come noto, la memorizzazione elettronica e l’invio telematico all’Agenzia delle Entrate dei corrispettivi decorre dall’1.7.2019 ovvero dall’1.1.2020 in base all’ammontare del volume d’affari (superiore o meno a € 400.000).

Recentemente l’Agenzia delle Entrate ha chiarito che:

- per volume d’affari si deve intendere quello complessivamente conseguito dal contribuente e quindi, in caso di più attività, va fatto riferimento al volume d’affari derivante da tutte le attività esercitate, a prescindere dalla modalità di certificazione delle cessioni / prestazioni effettuate;

- va fatto riferimento al volume d’affari 2018 (mod. IVA 2019).

Conseguentemente, i soggetti che hanno iniziato l’attività nel 2019 rientrano automaticamente tra i soggetti obbligati all’invio telematico dal 2020. In merito, considerato il richiamo al “computo su base annuale” si ritiene inoltre che, in caso di inizio dell’attività nel 2018, sia necessario ragguagliare ad anno il volume d’affari conseguito.