Comunicazioni

SANZIONI PER LA MANCATA EMISSIONE DELLA FATTURA

Del 08 Ottobre 2019

Come noto, il Legislatore ha introdotto un’attenuazione del regime sanzionatorio per la mancata emissione della fattura elettronica, prevedendo:

− la non applicazione di sanzioni se la fattura è emessa entro il termine della liquidazione periodica IVA riferita all’operazione;

− la riduzione al 20% delle sanzioni se la fattura è emessa entro il termine della liquidazione IVA del periodo successivo.

Dalle lettura della disposizione contenuta nel c.d. “Decreto collegato alla Finanziaria 2019” si desume che per i soggetti mensili, per le operazioni effettuate fino al 30.9.2019, è possibile beneficiare sia della non applicazione della sanzione che della riduzione al 20%.

Tale soluzione non appare “recepita” dall’Agenzia, per la quale dall’1.7 al 30.9.2019 il beneficio è limitato solo alla riduzione al 20%.

DA OGGI ANCHE I SOGGETTI MENSILI DEVONO EMETTERE FATTURA ENTRO 12 GIORNI DALLA DATA OPERAZIONE

Del 01 Ottobre 2019

Con ieri, 30 settembre 2019, è terminato il periodo di applicazione delle sanzioni ridotte sull’emissione di fatture elettroniche da parte dei soggetti con liquidazione IVA mensile.
Come noto, infatti, per il primo semestre 2019 era prevista una moratoria sulle sanzioni (estesa fino al 30 settembre 2019 per i contribuenti mensili) in caso di omessa/tardiva emissione della fattura.
A decorre da oggi, 1° ottobre 2019, tutti i soggetti devono emettere fattura entro 12 giorni dall’effettuazione dell’operazione (fermo restando le regole per la fatturazione differita). In caso contrario, in base alla regola generale, la tardiva fatturazione di operazioni imponibili è sanzionata con un’ammenda dal 90% al 180%, con un minimo di euro 500.

LE NOVITÀ DEL "DECRETO CRESCITA” DOPO LA CONVERSIONE IN LEGGE

Del 05 Luglio 2019

Recentemente è stata pubblicata sulla G.U. la legge di conversione del c.d. “Decreto Crescita”. Tra le disposizioni di natura fiscale confermate in sede di conversione si segnala:

− la (re)introduzione del maxi ammortamento (maggiorazione 30%) per gli acquisti dall’1.4 al 31.12.2019;

− la revisione della tassazione degli utili reinvestiti previsti dalla Finanziaria 2019;

− l’introduzione della qualifica di sostituto d’imposta per i contribuenti forfetari con dipendenti / collaboratori;

− l’estensione della c.d. “rottamazione-ter” alle entrate locali.

In sede di conversione, oltre alla proroga dei termini di versamento al 30.9.2019 per i soggetti ISA, sono state introdotte una serie di semplificazioni, tra le quali:

− possibilità per l’intermediario abilitato alla trasmissione telematica di assumere un impegno cumulativo;

− allungamento da 10 a 12 giorni del termine di emissione della fattura elettronica immediata;

− previsione del termine (12 giorni) entro il quale provvedere all’invio all’Agenzia dei corrispettivi giornalieri;

− introduzione della moratoria delle sanzioni fino al 31.12.2019 per i contribuenti obbligati alla memorizzazione / trasmissione all’Agenzia dei corrispettivi dall’1.7.2019.

INVIO TELEMATICO DEI CORRISPETTIVI E MORATORIA REGIME SANZIONATORIO

Del 03 Luglio 2019

Recentemente l’Agenzia delle Entrate ha fornito alcuni chiarimenti relativamente all’obbligo di memorizzazione / trasmissione telematica dei corrispettivi dall’1.7.2019 alla luce delle novità introdotte dal c.d. “Decreto Crescita”.

In particolare, è stato chiarito che:

i soggetti interessati dall’obbligo in esame, qualora non abbiano ancora la disponibilità di un registratore telematico, possono assolvere all’obbligo di trasmissione dei corrispettivi, entro il mese successivo a quello di effettuazione dell’operazione. In tal caso la memorizzazione è effettuata mediante il registratore di cassa già in uso ovvero tramite ricevute fiscali;

–     - ai soggetti che hanno già messo in funzione il registratore telematico, non sono applicabili fino al 31.12.2019 le relative sanzioni se la trasmissione telematica dei corrispettivi è effettuata entro il predetto termine, ossia l’ultimo giorno del mese successivo a quello di effettuazione dell’operazione.